Profezie

LE PROFEZIE DI MILU’ – COSA ASPETTARSI IN QUESTO MONDO MALATO?

Ciao,

“comprati Arrapaho” citava uno spot dei fantastici anni ’80 per invogliare a comprare il nono album degli Squallor.

E allora, tutto bene? Sapete che per me il “tutto bene” è quasi demenziale e quando me lo chiedono se non sono polemico affermo un “Si grazie” per gentilezza. E comunque l’educazione di chi lo chiede è apprezzabile.

Certo, come fa ad andare tutto bene, ad essere tutto ok, tutto perfetto. Spesso dipende dall’umore che si ha e dal contenuto mentale del momento come si risponde.

In questo periodo ho provato emozioni che avevo accantonato e che vanno dalla rabbia, al disprezzo, al disgusto. Non sono emozioni piacevoli ma se le provo, da qualche parte sorgono ed hanno una loro ragione di esistere. Cosa le stuzzica e le invita? Beh, una volta a scatenarle erano il gorgonzola o il formaggio sulla pasta quando non era richiesto ma me lo mettevano.

Adesso, la situazione sociale e politica del mio e nostro amato paese, l’Italia, hanno una loro responsabilità vibratoria. La storia culturale del nostro paese è indiscutibile, immensa ed intensa. La sua Costituzione è sacra al pari di un testo religioso. Fu creata e scritta dopo ore intense dalle più menti eccelse, per rispondere ai disastri di una guerra catastrofica post fascismo.

Oggi, vedere un paese depredato, defraudato ed una Costituzione calpestata, vedere persone che credono ad una propaganda da regime mi provoca rabbia, disprezzo e disgusto. Cosa fare con queste emozioni? Innestare pensieri o accettarle, trasformarle se si è capaci e andare avanti. O usarle come carburante per qualcosa di costruttivo.

E’ paradossale che dopo la prima guerra mondiale ne sia accaduta una seconda a ridosso in tempi brevi. Ciò significa che la storia può riservare delle sorprese. E cos’è una sorpresa? Qualcosa che non ci si aspetta ma che accade.

Se compero un ovetto Kinder mi aspetto una sorpresa nell’ambito di un catalogo semplice, ludico: un orsetto, una pallina. Nulla di che però qualcosa di simpatico. Ai bambini piacciono queste sorprese. La società che tipo di sorprese può riservare? Da cosa dipende ciò che accade? Da quali fattori? Da quali attori? Da quali registi e sceneggiatura? Chi muove i fili?

Il fatto di aver assistito per testimonianza storica e cronologica ad eventi particolari nel Novecento è il risultato di certi fenomeni di tipo economico, politico, sociale che sono accaduti.

ACCADIMENTO: fatto o evento storico che comprende e supera le azioni dei singoli individui umani

Il bravo storico Alessandro Barbero in modo quasi teatrale in un video ripercorre le ultime telefonate tra personaggi che avrebbero poi portato alla decisione della seconda guerra mondiale.

Inevitabilmente?

Quali intrighi, interessi, tentativi diplomatici o manipolazioni lo lascio a voi ricercare. Inevitabilmente? E’ una bella domanda da porsi prima di fronte a qualunque fatto storico. Perfino di fronte a qualunque fatto quotidiano.

Se ogni effetto ha una sua causa o più cause, era inevitabile arrivare a certi effetti? Lo è e lo sarà ancora?

Un temporale è l’effetto di qualcosa. Una malattia è effetto di qualcosa. La salute è una ma le malattie sono tante. Ognuno ha da confrontarsi con un fisico particolare. Ogni malattia ha i suoi sintomi, ossia segnali che la contraddistinguono e fungono da cartelli stradali per riconoscerla.

In che mondo viviamo attualmente? E’ un mondo sano, etico, spirituale? Quali segnali ci dà? La politica come funziona? L’economia è basata su principi giusti o piuttosto su calcoli e derivati che rischiano di danneggiare qualcuno, il più debole magari? La religione è vera? E’ pura? Da chi è rappresentata? Agisce secondo principi e valori in linea con gli ispiratori? E’ in sintonia con il divino di cui va predicando?

A volte diciamo che “qualcosa non va”. Qualcosa non funziona o funziona in modo non funzionale a quell’armonia risanatoria che servirebbe a creare un mondo bello, vitale, collaborativo oppure a fare di uno strumento sia esso materiale, filosofico, digitale, economico, qualcosa di utile e funzionante.

Invece … NO!! Può succedere che qualcosa non funzioni a dovere. O meglio funzioni perfettamente ma per scopi specifici che magari non sono quelli che crediamo noi. E’ funzionale a qualcosa che potrebbe essere anche qualcosa di losco.

Viviamo immersi in divisioni, contrasti, contraddizioni, dicotomie.

Anche il mondo naturale, del resto, è un esempio continuo di polarità (giorno-notte; buio-luce; caldo-freddo) e così via.

Quando c’è di mezzo l’uomo però le variabili aumentano, il sistema si complica diventando complesso. Un sistema risente sempre di variabili e di forze specifiche e decisive. Spesso un sistema è mosso e diretto da un “telos”, da uno scopo.

Un frigorifero deve raffreddare per conservare i cibi, una stufa deve riscaldare, una Costituzione deve tutelare e aiutare il governo di uno stato, una pizza deve soddisfare palato e stomaco. Una banca, un partito politico, un governo, un istituto, una lobby, una congregazione, un’associazione, una guerra, un conflitto, una manifestazione, avranno altri i loro scopi e metodi particolari.

Ursula von der Leyen ha la sua parrucchiera di fiducia e guai se sgarra!!

Nulla in genere avviene per caso ma risalire alle cause di un mal di pancia perchè hai mangiato troppi dolci è una cosa, risalire alle cause di un conflitto o di un avvenimento sociale può essere più complicato.

Vedere un regime che si vuole affermare con determinate strategie può essere difficile, ma lo era molto di più quando circolavano poche informazioni.

Gli stratagemmi di Hitler o Stalin o dietro qualsivoglia manovra politica erano forse meno evidenti allora ma se certe dinamiche si ripropongono adesso, le persone hanno accesso a molta più informazione e hanno sulle spalle una storia e un vissuto particolari. Hanno accesso a testimonianze e verità.

La Romania risponde in modo particolare rispetto alla Francia o all’Italia. Ogni nazione è fatta di persone e ogni persona risponde in modo particolare agli eventi.

A volte le menti si aggregano per il fenomeno delle egregore, agglomerati psichico-emozionali che uniscono le genti per affinità legate ad un ideale, un valore, una bandiera oppure un compito o uno scopo.

Ci sono così i patrioti, i fascisti, i neo nazisti, i comunisti, gli interisti, juventini, i datori di lavoro, gli operai. In alcuni casi la componente emozionale è forte. Un tifoso è molto convinto e idolatra i calciatori della propria squadra. Uno di sinistra sfegatato (di una certa sinistra) come volete che reagisca alla destra? E viceversa.

Il comitato per le attività anti-americane, creato dal senatore Joseph McCarthy, mette sotto inchiesta il regista britannico Charlie Chaplin per via delle sue presunte simpatie comuniste. Le accuse impediscono di fatto all’autore di “Luci della ribalta” il ritorno negli Stati Uniti senza evitare l’arresto e il carcere. Dopo aver trascorso 40 anni in America, Chaplin si stabilisce in Europa, dove vive fino alla morte, avvenuta la notte di Natale del 1977, a Vevey, in Svizzera” – raicultura.it

Ho preso un esempio tra migliaia di discriminazione (nel senso di “stabilire che qualcosa sia diverso, distinto, separato” vuoi per pensiero o etnia o secondo altri criteri).

Cosa decide l’azione da intraprendere CONTRO qualcosa o qualcuno discriminato, etichettato, ritenuto più o meno minaccioso o pericoloso per qualcosa è un altro aspetto fondamentale. Chi e cosa stabilisce chi va perseguitato?

Ho più volte ricordato nei miei articoli e nei miei libri esempi drastici legati a tale operato: il nazismo nei confronti degli ebrei, lo stalinismo nei confronti dei kulazi ed i vari genocidi (Ruanda, Cambogia, armeni).

Questo a prescindere da un giorno della memoria celebrato da molti bigotti ciechi che non hanno il coraggio di deporre i loro privilegi per ammettere che NON E’ SOLO HITLER A RAPPRESENTARE IL MALE SU QUESTO PIANETA. E con questo non ne giustifico alcuna gesta. Certo egli non si è fatto da solo. E’ stato anche il suo un progetto coltivato con una propaganda estrema, dirompente, massiccia.

VI RICORDA QUALCOSA QUESTO?

Beh, magari se aprite gli occhi non dovete nemmeno ricordare. Dovete semplicemente OSSERVARE.

La storia e l’attualità ci riempiono di accadimenti dei quali si può operare un’indagine, una ricostruzione per arrivare alla scoperta delle cause profonde, vere, reali. Cause che spesso non sono apparenti ma latenti, mascherate, occulte come rimangono occulti i registi fino al giorno della liberazione.

Nessuno ha realizzato ciò che ha realizzato da solo.

Anche tu probabilmente devi ammettere che per realizzare qualcosa a volte hai avuto bisogno di persone, istituzioni, denaro collaboratori.

Vengo al punto altrimenti continuo a scrivere per mesi e tu invecchi.

Ciò che vediamo nella storia o di cui abbiamo sentito parlare o abbiamo letto è in genere complicato.

Dietro la “seconda guerra mondiale” ci sono migliaia di

  • protagonisti (palesi o occulti)

  • decisioni (nell’ombra o riconosciute)

  • azioni

  • reazioni

  • verità

Questo vale per ogni cosa. Il detective è colui che partendo da indizi risale ad una verità. L’ingenuo tenente Colombo era forte in questo. Anche preti come Padre Brown o Don Matteo ne hanno fatto quasi un mestiere. Un giornalista può essere un cronista o anche fare della letteratura. Oppure, per salario, scrivere esclusivamente ciò che il datore di lavoro inteso come Direttore megagalattico gli impone, scegliendo di stare dalla parte di una propaganda.

Propagandare, propagare diffondere. Cosa? Quale verbo? Quale credo? Quali informazioni? Da quali fonti? In nome di cosa? Della verità in quanto luce e trasparenza o in nome di uno scopo preciso? Occulto? Quale?

Se nell’800 si combatteva con il moschetto o con le sciabole, nel Novecento le armi si perfezionarono grazie alla tecnologia.

E ADESSO??

A che punto siamo? Il gas mostarda da cosa può essere sostituito? E il caccia bombardiere?

Quali furono i reali scopi delle guerre mondiali? E la crisi del ‘29? E quella del 2007?

E adesso?

  • Le Torri gemelle ed il terrorismo cosa significano?
  • Chi sta dietro i fondamentali avvenimenti storici?
  • Chi ha finanziato Napoleone? E l’Inghilterra che lo combatteva?
  • Chi ha finanziato Mussolini? Chi Hitler?
  • Chi c’è dietro tutto quello che vediamo? Chi si nasconde? Quali personaggi? Quali istituti? Quali intenzioni?

Viviamo in uno show continuo e forse l’unica nostra salvezza è volgersi dentro e chiedersi “Chi sono?” oppure appellarsi a quel Dio del quale abbiamo sentito tanto parlare ma senza esperienza.

Forse è il caso di farlo al più presto per mettere alla prova lo scopo della nostra vita che potrebbe essere altro da ciò che pensiamo: la famiglia, un buon lavoro, la pensione.

Adesso il gioco si fa duro. Gli altarini sono scoperti e si gioca a carte scoperte.

Abbiamo gli esempi del Novecento ma anche quelli del feudalesimo. Abbiamo esempi per tutti i gusti. Abbiamo esempi di chi è vissuto per un ideale sacro come la libertà, l’amore. Abbiamo Gesù, Giovanna D’Arco, Padre Kolbe e abbiamo i Fedez, i Cristiano Ronaldo, i Brunetta.

Non si fa di tutta l’erba un fascio perchè in ogni imperfezione possono esistere semi di bontà o di saggezza. I soldi non sono malvagi. Farne un idolo però lo può essere.

I saggi, i maestri illuminati come Peter Deunov parlano di un nuovo regno, una sorta di età dell’oro che darà spazio ad una sesta razza.

Si parla di 5D, ossia di una quinta dimensione che va oltre la terza a cui siamo sonnambulicamente assoggettati.

Si parla anche di 5G come nuove frontiere della telecomunicazione, si parla di sparizione del denaro contante, di complottismi vari, di nuovo ordine mondiale. E ce lo dicono persone come Bush, Biden, il papa.

Nuovo ordine mondiale o vecchio disordine come strategia su cui instaurare un totalitarismo?

Serve sempre un pretesto per imporre le fatidiche nuove restrizioni.

  • 28 giugno 1914    attentato di Sarajevo
  • 28 ottobre 1922 marcia su Roma
  • 27 febbraio 1933 incendio del Reichstag
  • 31 agosto 1939     incidente di Gleiwitz
  • 7 dicembre 1941  Pearl Harbour
  •  2 agosto 1964     incidente del golfo di Tonchino
  • 11 settembre 2001 attentato Torri gemelle
  • e adesso??? Come procederesti?

Si parla di anticristo e di Gerusalemme celeste, di regno di Dio. La dicotomia ci avverte. Il diavolo è colui che divide. Cosa divide adesso?

Beh, adesso ci sono i pericolosissimi no vax a minacciare la sicurezza.

Come certi attentati terroristici sapevano di manipolazione da parte di ambigue organizzazioni, ora i nuovi terroristi sono virus che però sembrano veicolati solamente da chi non si sottopone ad un siero magico sperimentale che fa arricchire la solita elite. Cosa chiaramente non scientificamente vera.

E anche qui occorre distinguere tra una scienza vera al servizio dell’etica ed una scienza al servizio di uno scopo politico. Come l’eugenetica nazista o il fatto di dimostrare che una razza è inferiore ad un’altra che può ritenersi eletta, superiore per determinati crismi.

Se si deve arrivare per evoluzione cosmica e spirituale ad un’umanità unita da una fratellanza universale, come prospettato da maestri spirituali, come ci si può arrivare? Soprattutto, ci si può arrivare o c’è il rischio che tutto sia distrutto prima?

E’ la solita elite che di generazione in generazione si tramanda il capitanato sui popoli, che muove le pedine del risiko. Ora sostituiscono governi democratici con fantocci totalmente devoti ai loro progetti:

  • agenda 2030

  • great reset

  • nuovo ordine mondiale

Fanno credere ciò che vogliono con una propaganda condotta da media venduti e da burattini senz’anima al loro servizio. Si contornano di una burocrazia efficiente dalla quale sono esclusi i non collaborazionisti che probabilmente dopo essere etichettati, discriminati, saranno probabilmente perseguitati. Il “probabilmente” esclude interventi miracolosi.

Si imporrà un sistema modello cinese. Quindi non è più questione di Hitler, nazismo, Mussolini. Qui il regime diventa regime a livello mondiale secondo un sistema utilitaristico per tale progetto che farà uso della tecnologia e della digitalizzazione, della quarta rivoluzione industriale propinata dal profeta satanista Schwab.

Gli accadimenti ora sono a livello globale, sincronico e sotto gli occhi di chi vuole informarsi attraverso società segrete o spiragli tra i social.

Australia, Canada, Francia, U.S.A., Italia si fanno fortemente portavoce di qualcosa di simile a ciò che abbiamo visto con il nazismo (ma non solo), ossia di una prepotente affermazione di qualcosa che distrugge la libertà del singolo per farne un servo, uno schiavo, un soldato.

E’ un neofeudalesimo nazi-fascio-comunista. Un minestrone di tutto dove destra e sinistra perdono tutto il loro senso perchè ora serve solo il buon senso. Non servono intellettualismi ma le mani sul cuore per ascoltare la sua voce, il suo battito, al sua verità.

Cosa accadrà quindi?

Che ruolo avranno un’Europa in mano a satanisti, gli U.S.A., la Cina, la Russia, gli arabi, l’Africa ecc… ci sono ancora paesi non collusi con quella solita elite avida di potere, soldi e dominio?

Ci sarà una terza guerra mondiale? Ma scusate, di tutta la tecnologia e le armi cosa se ne fanno? Le usano a Capodanno come botti?

Che armi si useranno? Biologiche, batteriologiche, droni, armi a riconoscimento facciale, alabarde spaziali?

Come sarà la società del futuro? Come può realizzarsi quel regno visionato da Peter Deunov? Passando attraverso quali eventi?

Io sono stato sospeso da un Liceo. Non lo chiamo nemmeno Liceo. Liceo per me è passeggiare amando la conoscenza, la saggezza, scambiandosi opinioni e verità e ascoltandosi gli uni e gli altri. E’ un collettivo di umanesimo, non burocrazia di un regime squallido che  impone ai burocrati di dire “noi abbiamo degli ordini da eseguire” o “siamo vittime quanto voi”.

“Noi vogliamo eseguire degli ordini” dovreste dire oltre che “noi siamo collaborazionisti del regime, per questo vi intimiamo di sparire e vi priviamo dello stipendio a meno che… “

A meno che … cosa?

Io personalmente faccio la tessera che voglio in virtù dei miei valori e diritti, in secondo luogo non mi abbasso alla prepotenza di un ricatto fatto calpestando miei diritti sacri e inviolabili sanciti dai più pregiati trattati umanitari non ultimo la Sacra Costituzione Italiana.  

Quale prezzo devo pagare per questo?

Il prezzo pagato da Matteotti, dalla Rosa Bianca, da Rosa Luxemburg, Martin Luther King, Mandela o Gandhi? Cosa vi devo dire, la mia vita acquisirebbe un senso nobile, quel senso che fino ad ora non sono mai stato in grado di darle.

Così le opinioni oggi possono diventare pericolose. Uno ha potuto convincersi che l’ebreo, il kulako, l’armeno fossero criminali, sorci da sterminare. L’odio può riempire una forma mentale.

Oggi si è inventata un’etichetta, il “no vax” su basi viscide, generalizzazioni comode, per far cadere nella trappola dell’odio discriminatorio l’ipnotizzato eletto di turno, l’ariano.

L’odio non è difficile da seminare. L’interista ed il fiorentino odiano lo juventino. A volte allo stadio si sono anche ammazzati. Gli hooligans inglesi adesso sono diventati agnellini. Dove sono finiti? Cosa c’è voluto per ammansirli? Dopo cosa?

Tra settecento ed ottocento proliferarono società segrete dedite a muoversi nel sottobosco per qualche ideale mentre la società era in mano a chi opprimeva. Oggi ci si deve nascondere di nuovo? O si deve andare in milioni a testa alta contro i tiranni?

Tiranni vili perchè si nascondono mandando avanti personaggi pallidi come i Goebbels di turno o politicanti dotati di infimo sadismo. Bassi di dignità e di statura o dallo sguardo senza empatia o rigidi come mummie. Squallidi uccisori dei diritti umani, vili affaristi traditori del popolo da consegnare alla storia dell’indecenza.

Mentre Alessandro Magno, Napoleone, ebbero le palle di metterci la faccia e il coraggio molti morti, molte guerre furono decise da diplomatici ben vestiti, ben pettinati e ben nutriti come i Cavour e tanti altri. A tavolino si può decidere se si hanno certi poteri.

E il popolo? A chi li vuole dare i poteri, a chi vuole veramente concedere l’onore di essere rappresentato di fronte alle leggi, alla storia, allo sguardo del cosmo e dei posteri?

Si arrivò all’unità di un Italia con l’aiuto di un avventuriero e depredando il meridione.

Il fine giustifica i mezzi ricordiamocelo. Il fine, lo scopo che muove un sistema, una società, va capito e non è detto che sia etico.

Ho bisogno di spazio … e allora ammazzo chi mi sta sulle balle come fece il nazismo?

Ci svegliamo?

Questo mondo è di tutti, belli e brutti, poveri o ricchi, ebrei o musulmani. Questo pianeta non è di Greta e nemmeno di creta. E’ di tutti noi, è vivo, è popolato da spiriti della natura e noi abbiamo bisogno di ossigeno. Questo pianeta sta per essere soffocato e distrutto da una matrice di tecnologie maledette.

Esiste una tecnologia sana, ma esiste una tecnologia che può uccidere. Truman poteva evitare la bombe atomiche sul Giappone ma il suo ego non glielo permise.

Adesso i virus e la pandemia sono stati annunciati prima che accadessero. Perchè? Chi dirige il gioco? Per quale scopo? In nome di chi?

Sapete cosa vi dico, amici?

Voi fate quello che volete. Io sto dalla parte del bene, della verità e della libertà. Non è detto che sia indolore questa mia scelta.

Se riuscirò a passare in mezzo agli eventi, festeggerò nel 2057 anno della mia morte naturale. Altrimenti festeggerò altrove.

Un abbraccio,

Paolo Milanesi

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Content is protected !!