Attualità e società

Byo Blu – Guardando la conferenza con Luc Montagnier a Firenze

12 agosto 2021 Luc Montaignier ex cinodromo Le Mulina Cascine di Firenze

 

CONFERENZA CON LUC MONTAGNIER

 

Daniele Granara avvocato

Il metodo scientifico è sperimentazione.

Questo vaccino quanto è stato sperimentato?

Può essere reso obbligatorio con una campagna pressante?

La Costituzione prevede obbligo di trattamenti sanitari a quali condizioni?

  1. garantita la sicurezza
  2. garantita l’efficacia

Sono garantiti questi principi? Né l’uno né l’altro sono garantiti.

Chi firma lascia libero chi somministra da ogni responsabilità.

E’ corretto?

Luc Montagnier

SIAMO IN UNA DITTATURA SANITARIA

Non si può parlare di repubblica o di democrazia.

I paesi ricchi hanno finanziato questa imposizione tramite un gruppo specifico di entità. Impongono vaccini che sono “vaccini” per così dire, quanto piuttosto “composti di biologia molecolare” che potrebbero essere addirittura veleni.

I bambini ed i ragazzi dovrebbero quindi ricevere questi composti inutili, pericolosi ed inefficaci?

L’impresa è stata costruita nel tempo. E’ un grande lavoro di marketing che ha coinvolto scienziati, casi farmaceutiche e governi. Un programma pronto da più di un anno promosso da un gruppo di cui fanno parte i governi. Questa è un’epoca di follia perchè le attività sono state turbate da questo sconvolgimento.

Le misure in Italia sono simili in altri paesi europei. Tutto è concertato da un gruppo.

Hanno usato un fondamento medico ma usandolo in modo ingenuo.

  • La patologia è a tratti inventata
  • Il vaccino è è proposto come unico rimedio

Il vaccino NON E’ L’UNICA SOLUZIONE!!!


Il vaccino è inefficace (non impedisce la trasmissione del virus) e non è vero che eviti casi più gravi perchè ci sono le varianti.

Il sistema di marketing si occupa di una strutturazione dell’informazione nascondendo certi aspetti. E’ una realtà di menzogne!!! Ci sono lavori che dimostrano che si può guarire senza vaccini, quindi

I VACCINI NON SONO L’UNICA SOLUZIONE!!

MA LI VOGLIONO IMPORRE

Il medico deve fare il suo dovere di medico, informarsi, ricercare. Ci sono metodi alternativi meno costosi ed efficaci. Non è una questione scientifica ma di marketing. I governi sono obbligati a far usare certi trattamenti. I medici però devono usare i trattamenti migliori e meno rischiosi.

Ci possono essere effetti a lungo termine riguardo i vaccini!!!

Già ci sono possibili problematiche cardiache o polmonari. Si potrebbero generare nuove malattie nel futuro a lungo termine trasmissibili.

Alcune malattie infettive possono essere eliminate dai vaccini, altre no.

Epatite C: causata da virus RNA è stata combattuta senza vaccini ed anche con un prodotto che inibisce la replicazione del virus. Da piccolo Montagnier ricevette un batterio per la tubercolosi (vaccino BCG) che stimola attività cellulare diversamente da vaccini che producono anticorpi contro le proteine in superficie sul virus. Quello stimolava un’immunità più complessiva. Il vaccino BCG è efficace anche sul coronavirus. Ha un’effetto cellulare, globale ed uno studio italiano ha dimostrato nell’origine del virus un co-fattore batteriale.

Ci sono antibiotici come l’azitromicina da somministrare all’inizio dell’infezione.

Servono strumenti alternativi per vincere la battaglia. C’è speranza se accettiamo di vivere in un mondo razionale e giusto che accoglie anche ciò che non è previsto da questo gruppo dominante.

Un ruolo importante nell’origine del virus è stato svolto dal laboratorio cinese e da altri ricercatori.

Viviamo in un periodo critico perchè l’uomo sta sviluppano i motivi della propria scomparsa: inquinamento e inquinamento elettromagnetico del 5G. Se nel vaccino Pfizer è presente l’ossido di grafene può modificare le proprietà magnetiche degli altri componenti. A Wuhan forse non era un caso se comparvero tutte quelle antenne prima dello scoppio di questa situazione.

GIURAMENTO DI IPPOCRATE letto dal senatore Maurizio Romani

Consapevole dell’importanza e della solennità dell’atto che compio e dell’impegno che assumo, giuro:

  • di esercitare la medicina in autonomia di giudizio e responsabilità di comportamento contrastando ogni indebito condizionamento che limiti la libertà e l’indipendenza della professione;
  • di perseguire la difesa della vita, la tutela della salute fisica e psichica, il trattamento del dolore e il sollievo dalla sofferenza nel rispetto della dignità e libertà della persona cui con costante impegno scientifico, culturale e sociale ispirerò ogni mio atto professionale;
  • di curare ogni paziente con scrupolo e impegno, senza discriminazione alcuna, promuovendo l’eliminazione di ogni forma di diseguaglianza nella tutela della salute;
  • di non compiere mai atti finalizzati a provocare la morte;
  • di non intraprendere né insistere in procedure diagnostiche e interventi terapeutici clinicamente inappropriati ed eticamente non proporzionati, senza mai abbandonare la cura del malato;
  • di perseguire con la persona assistita una relazione di cura fondata sulla fiducia e sul rispetto dei valori e dei diritti di ciascuno e su un’informazione, preliminare al consenso, comprensibile e completa;
  • di attenermi ai principi morali di umanità e solidarietà nonché a quelli civili di rispetto dell’autonomia della persona;
  • di mettere le mie conoscenze a disposizione del progresso della medicina, fondato sul rigore etico e scientifico della ricerca, i cui fini sono la tutela della salute e della vita;
  • di affidare la mia reputazione professionale alle mie competenze e al rispetto delle regole deontologiche e di evitare, anche al di fuori dell’esercizio professionale, ogni atto e comportamento che possano ledere il decoro e la dignità della professione;
  • di ispirare la soluzione di ogni divergenza di opinioni al reciproco rispetto;
  • di prestare soccorso nei casi d’urgenza e di mettermi a disposizione dell’Autorità competente, in caso di pubblica calamità;
  • di rispettare il segreto professionale e di tutelare la riservatezza su tutto ciò che mi è confidato, che osservo o che ho osservato, inteso o intuito nella mia professione o in ragione del mio stato o ufficio;
  • di prestare, in scienza e coscienza, la mia opera, con diligenza, perizia e prudenza e secondo equità, osservando le norme deontologiche che regolano l’esercizio della professione.

Alessandra Caimani di generazioni future.org chiede a Montagnier se è stupito del trattamento ricevuto dai media.

E’ una questione di POTERE non di scienza né di medicina. Esiste la necessità di ritornare alla ragione alla giustizia, alla scienza”.

Montagnier ha due lauree, in scienze ed in medicina conseguite a Parigi.

E’ stato direttore di diversi laboratori. Ha ricevuto premi prestigiosi, non ultimo il Premio nobel nel 2008. E’ un ricercatore. Ha studiato l’interazione tra l’elettromagnetismo e la materia vivente. Ha indagato i presupposti scientifici dell’omeopatia. E’ criticato per certi suoi interessi.

Nella scienza ci sono verità fisse ed altre in evoluzione. Vedi la fisica con Einstein, Planck, vedi la biologia con la scoperta del DNA e la biologia molecolare…

Stanno nascendo nuove scienze che studiano le onde, la materia.

Montagnier ha studiato a lungo la memoria dell’acqua”.

Sui virus RNA.

I virus sono filamenti di RNA o eliche di DNA nudo, i primi più piccoli dei secondi. I virus utilizzano l’RNA messaggero per la loro replicazione. In vaccini anticovid sul mercato si rifanno ai meccanismi dell’RNA messaggero.

Gli errori sono:

  • l’impedimento della medicina territoriale
  • l’inaudita vigile attesa

C’è una soluzione. Si può trattare inizialmente con un antibiotico, poi con antiparassitari, antibatterici, idrossiclorochina. Non si usano perchè vogliono che tutto dipenda dal vaccino”.

Ma sono i vaccini a generare molte delle varianti del virus, quindi è sconsigliato effettuare campagne di vaccinazioni di massa durante una pandemia.

Quale meccanismo fa fiorire le varianti?

Ci sono due parametri che spiegano:

  1. la capacità del virus di mutare
  2. il fatto che questo virus sia facilmente trasmissibile

Vengono generate varianti favorite dagli anticorpi generati dal virus. Ci sono anche leggi della natura che intervengono (matematico Perez). Questo virus ha una sequenza scoperta da Fibonacci”.

 

  • Il vaccino è l’unica arma contro il covid?
  • Come giudica il modo in cui è stata affrontata la pandemia?

Si può definire come un’attività criminale perchè va contro il giuramento di Ippocrate e pone la medicina nelle mani di governi che adottano regole assolutamente discutibili”

Il covid19 non è una zonosi ma un artefatto, un virus chimera uscito presumibilmente dal laboratorio di Wuhan. Ci sono inserti di Hiv ed Hiv2. E’ stato congegnato con la precisione di un orologiaio. Biden chiede un’indagine sul punto.

Abbiamo capito osservando la sequenza del virus, fatto già notato da un gruppo di ricercatori indiani che subì una forte pressione per ritrattare”.

Dietro certi laboratori ci sono dirigenti cinesi ed americani. Se si perde di vista un’etica il rischio è di perdere il controllo arrivando anche alla distruzione dell’umanità”

Massimo Orlandi medico

La professione medica sta vivendo una crisi profonda. Serve una riflessione che rivaluti l’opera del medico. Scienza, conoscenza e coscienza. La coscienza è la responsabilità del medico di mettere in pratica la scienza.

Roberto Mastalia avvocato

Il secondogenito dopo una vaccinazione specifica morbillo parotite rosolia è caduto nel cosiddetto spettro autistico.

Malù lettera dai bambini sui “ragazzi non vaccinati”

Il vaccino è pericoloso per i ragazzi??

E’ una delle derive più spaventose vedere i ragazzi trattati in questo modo. Mi riporta alla memoria ricordi della seconda guerra mondiale. Non c’è ragione scientifica per fare tutto questo. Sono motivazioni politiche fatte per creare un clima di paura. Non esiste giustificazione per questo obbligo”

Mauro Rango ippocrate.org

LA SPERANZA DELLE CURE

Viveva a Mauritius da 20 anni e dalla tv vedeva le persone che morivano in Italia. Il primo ministro delle Mauritius ha incoraggiato cure domiciliari, idrossiclorochina, azitromicina e plasma iperimmune in caso di aggravamento.

In Italia intanto vedeva le bare italiane. E’ in contatto con una persona malata di covid in un ospedale lombardo. Suggerisce una terapia che effettivamente è la stessa che stava prendendo. La cura era la medesima. Intanto Burioni diceva NO al plasma iperimmune. Nasce ippocrate.org. La semplificazione vince sulla cosa complessa. Siamo ad uno scontro tra modi di vedere l’uomo e la salute del’uomo, tra le generazioni. Davanti abbiamo la sfida di convincere le generazioni future. Si stanno spaccando famiglie, amicizie per concezioni diverse molte indotte dai mainstram.

E’ più difficile praticare un protocollo articolato. E’ più semplice dare un vaccino dall’alto. Questo è semplificare l’esistenza dell’uomo e dare potere all’alto. Stesso discorso vale per la chemioterapia e le medicine alternative.

Un’equipe dell’università di Padova in ospedale riusciva a ridurre le masse tumorali con il vaccino per la tubercolosi ed il batterio dell’acne. Li hanno fatti chiudere perchè la chemio semplificava tutto.

Nel nostro mondo la pandemia vera è quella di cancro, di malattie cardiovascolari e di diabete. Questa è la vera pandemia!!!

Libertario Raffaelli medico

La vera scienza non è in televisione. Già nel 2003 esisteva Carlo Urbani che studiava la Sars cov1. La sars fu sconfitta e non ci fu tempo per fare studi randomizzati.

Scienza e coscienza vanno di pari passo.

 

Conclusioni:

IN UN GIORNO IN CUI IL VENTO E’ PERFETTO BASTA SOLO SPIEGARE LE VELE E IL MONDO SI RIEMPIE DI BELLEZZA

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Content is protected !!