Attualità e società,  Uncategorized

PRESUPPOSTI PER UNA NUOVA UMANITA’

Ciao,

mi sembra surreale trovarmi nel 2021 e ancora dover avere a che fare con forme di pensiero rettiliane, preistoriche, tiranniche.

Certamente ci sono tanti misteri ancora da svelare, praticamente su tutto:

  • sull’origine dell’umanità
  • sulla realtà del bene e del male
  • sulla nostra storia spirituale (chi siamo, da dove veniamo, perchè siamo qui)
  • su come vincere cifre spropositate al gioco

Rimaniamo confinati nei limiti del nostro corpo fisico, della nostra mente e di conseguenza dell nostre convinzioni, dei nostri valori, dei nostri desideri consci ed inconsci.

L’individuo veramente libero è colui che ha scoperto il trucco dell’esistenza, al di là degli stereotipi, delle identificazioni. Si è liberato della matrix. E’ andato oltre. Oltre la mente, oltre le apparenze, oltre le illusioni. Ha avuto accesso a quella che Osho chiama non-mente.

Può accadere!!!

E’ accaduto ad un Gesù, ad un Buddha come a tanti maestri di tutte le tradizioni, dallo sciamanesimo allo zen; dall’oriente all’occidente; dal sufismo al cristianesimo.

Alcuni maestri si sono fermati al gioco dei siddhi (i poteri spirituali); altri sono andati oltre, approdati nella liberazione totale, abbandonando i giocattoli.

E noi, comuni mortali, siamo qui!!

Viviamo in un brodo sociale, in una società che sta diventando globale e che ingloba società di svariate dimensioni; continenti, nazioni, regioni, città, etnie, religioni, culture. Tutte abilmente differenziatesi nel tempo. Identità costruite nel sangue e nella gloria su valori forti, i valori per i quali i nostri nonni hanno lottato, e così i nonni dei nonni dei nonni ……

Alcune società hanno realizzato imprese costituzionali. Prendiamo l’Italia per esempio che ha avuto il privilegio di una Costituzione nobile costruita su valori che tutelano il cittadino, che proteggono da totalitarismi.

Eppure, qualcosa non funziona.

Esistono riguardo la globalizzazione che sta avvenendo diverse letture.

Da un lato assistiamo ad un’acquisizione di potere da parte di un’elite che probabilmente ha sempre esercitato questo suo diritto acquisto per linea dinastica. Probabilmente dalle più antiche civiltà come quella babilonese esistono linee di sangue che esercitano un loro diritto a comandare per prestigio di famiglia.

Molte civiltà hanno vissuto basandosi su una gerarchia di classe e di caste. Un re, una classe sacerdotale, un’aristocrazia, mercanti, commercianti, artigiani, una plebe ed infine una classe di schiavi.

Anche oggi viviamo in nazioni che sono strutturate secondo una gerarchia e quindi esiste una vetta da cui partono le decisioni che gradatamente scendono fino alle classi alla base della piramide

Se lavori in una scuola o in un ospedale o anche in un’azienda accade questo. C’è un presidente, ci sono figure appena sotto (dirigenti vari), poi c’è chi si occupa del management, chi dell’amministrazione, chi della didattica o delle pubbliche relazioni, fino ad arrivare agli operai.

Gli ordini arrivano sempre dall’alto

E chi è in alto a sua volta vivrà in una nuova gerarchia del cui vertice dovrà rendere conto.

L’ospedale, la scuola, l’organizzazione militare o bancaria, dipenderà a sua volta da una più ampia organizzazione. E così via fino ad arrivare al “primo motore”, aristotelicamente parlando.

Se guardo il cielo stellato posso chiedermi: da dove arriva tutto ciò? Chi è il direttore galattico? Chi dirige lo show? Da dove partono le istruzioni?

Ogni cosa che vediamo è gestita da istruzioni, informazioni e comandi.

Nel nostro corpo fisico gli organi, le cellule, ogni elemento ha uno scopo ed in base a tale scopo esercita le sue funzioni. I polmoni funzionano in un certo modo, i reni, il cuore, le arterie e così via.

Esiste un’intelligenza invisibile, straordinaria che dirige un sistema così complesso.

Ti chiedo come sempre di respirare, perchè è meraviglioso questo fenomeno, il dono del respiro che ci unisce all’attimo, alla presenza, alla consapevolezza…..

Respira e sciogli le tensioni.

Continuiamo.

Tutto è coerentemente organizzato secondo leggi, regole e regolamenti.

Nel corpo fisico le cellule che perdono di vista l’armonia, lo scopo, creano disarmonie e malattie. Non lavorano più in funzione del benessere, della salute.

E quando parliamo di salute parliamo di qualcosa di olistico, che riguarda tutto l’insieme. “Sto bene” significa che percepisco in me che tutto funziona a dovere.

Esiste uno scopo che regola il tutto.

Se vediamo la società come un organismo, potremmo confrontarlo al corpo fisico.

Una società è formata da tanti organi fisici (governo, scuole, industrie, ospedali, città, famiglie…) e da tanti organismi mentali, da programmi specifici che li gestiscono.

Una scuola ha un suo hardware (edificio, aule, segreteria, laboratori …) che per funzionare ha bisogno di programmi ben specifici. Ci sono istruzioni che vengono date al personale per la massima efficienza.

Questo vale per tutto, a livello micro e macro. vale per un’organizzazione, un corpo, una famiglia, un gesto…

Se io sto scrivendo questo articolo, lo posso fare perchè ho un computer, una tastiera, un cervello e le mani che sanno dove andare. Lo scopo è scrivere un articolo da pubblicare sul mio blog personale. Uno scopo chiaro, semplice e positivo unito a gesti particolari.

Nella storia abbiamo da sempre assistito a distorsioni del concetto di “massimo beneficio”.

Un Hitler aveva una ben precisa idea di “massimo beneficio” e tale idea partiva da una sua programmazione personale che a cascata riuscì (dopo aver acquisito il potere necessario) a coinvolgere un’intera nazione e poi il resto del mondo.

Un Hitler, lasciatemelo dire, non casuale ma ben progettato e sostenuto.

Una persona con le sue idee chiare e la sua forza di volontà  può arrivare a tanto. Inquietante!!!

Questo per fortuna può valere nel male come nel bene.

Anche Gandhi riuscì a compiere una rivoluzione pazzesca. riuscì a muovere un’intera nazione verso la liberazione finale.

Ora, se vediamo il mondo come un organismo sociale, assistiamo ad una certa accelerazione. Qualcosa ci sta portando verso un’idea sempre più globalizzatrice!!

Se vediamo l’umanità come una cosa sola a quali conseguenze possiamo arrivare?

Ho sentito parlare a volte di un “nuovo ordine mondiale” e sinceramente non so cosa sia di preciso.

Certamente l’idea di un’umanità unita ha un suo perchè. Ricordiamo l’episodio della torre di Babele in Genesi 11. Strano che fosse proprio “il Signore” a disperdere il tentativo di un popolo di costruire “un solo popolo con una lingua sola”. In effetti noi viviamo in misteri che pochi eletti hanno il privilegio di comprendere.

E allora su che basi questa nuova umanità, profetizzata da maestri spirituali come Peter Deunov che parlava di una sesta razza, potremmo auspicarla?

Su quali criteri sarebbe consono si fondasse?

A parer mio sarebbe bello cominciare a credere in un mondo di pace, di giustizia, di fratellanza, di armonia, di abbondanza, di gioia, di salute, di amicizia, di unità, di arte, cultura. Insomma di tante cose belle in grado di unire le genti.

Un tetto può coprire persone delle più disparate caratteristiche. Un cielo non può fare altrettanto??

Ma quanto questa mia utopia è realistica?

In effetti un’utopia lo è proprio per il suo distanziarsi da una realtà, per la sua “idealità”. Eppure nella nostra mente possiamo compiere questo miracolo.

Immagina un’umanità felice

Continua a respirare e vedi una luce che avvolge il pianeta

Respirando vedi come su ogni dove si riversino le benedizioni dei buddha, degli esseri risvegliati

Immagina questa felicità e queste benedizioni su ogni essere, su ogni angolo del pianeta 

Vedi un’umanità completamente rinnovata

Porta questa immagine nel tuo cuore

Certamente la mente può compiere miracoli, e sarà proprio il moltiplicarsi di questa fede a dare a questa utopia le radici per costruirsi sulla realtà. Più siamo meglio è!!

Cosa sta accadendo intanto, aspettando che una simile utopia possa realizzarsi?

Continua certamente un risveglio a livello individuale. Molte persone stanno aprendo gli occhi, accendendo una luce. Hanno acceso ad informazioni, a verità storiche, a verità metafisiche.

E se abilmente certe sette hanno saputo gestire per secoli le coscienze attraverso giochi di potere e l’hanno fatto in modo spesso discutibilmente etico, ora le persone hanno un grande privilegio:

quello di risvegliarsi, di poter comprendere le dinamiche in gioco

Quello di capire che esistono nel mondo esseri costruttivi ed esseri distruttivi, persone che credono nel bene, nella pace e persone che credono nel soldo, nel potere ma nel senso distorto del termine.

Ci sono personalità che ancora sono vittime di un ego distorto, carico di avidità, di sete di potere, di dominio. Personalità senza scrupoli che disposte ad usare qualunque stratagemma pur di dominare.

Esiste una classe di burocrati pagati per eseguire gli ordini di quelle personalità.

Ogni regime ha perpetuato i suoi scopi grazie a tali burocrati che “eseguivano solo gli ordini”.

Quelle personalità dall’ego distorto sono riunite in famiglie, aziende, organizzazioni che hanno un grande potere decisionale sulle sorti del pianeta. Non sto accusando nessuno, né facendo nomi perchè non mi interessa. Mi interessa comprendere.

Ancora una volta ci troveremo di fronte ad una scelta:

  1. stare dalla parte dei tiranni
  2. stare dalla parte dell’etica, di ciò che sa discernere il bene dal male e che vuole il massimo beneficio per il pianeta ed i suoi abitanti, nessuno escluso.

Ecco che una nuova umanità può nascere risvegliandosi alla verità, al massimo bene e può consolidarsi riconoscendo alla sua guida una nuova classe di dirigenti etici, integri

Allora dall’alto partiranno ordini per il bene comune ed i governi faranno tutto ciò che è in potere per far andar bene le cose, risanare le finanze, garantire la salute, abbellire le città, favorire ogni classe sociale senza alcuna distinzione.

Ti lascio con un’immagine curiosa.

Quando parlo di ego distorto è facile fare degli esempi: un Hitler, uno Stalin ne avevano uno completamente saturo.

Ecco, prova a pensare all’altra faccia delle loro possibilità. Prova a pensare se individui così carismatici avessero agito nel bene piuttosto che nel male. Pensa a quale impatto avrebbero potuto avere.

Del resto esiste un basso ed un alto, un inferno ed un paradiso, una vetta ed un abisso, una coscienza egoica ed una coscienza spirituale.

Se al governo di questa futura umanità riusciremo ad assicurarci una classe politica etica, integra e risvegliata, il mondo non sarà più lo stesso.

Altrimenti ….. meglio non pensarci. Adesso c’è una piccola luce in fondo al tunnel ma … chissà … potremmo farcela!!!

Un abbraccio,

Paolo Milanesi

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Content is protected !!