Legge di attrazione e manifesting

CREARE LA REALTA’ DESIDERATA SECONDO LA FISICA QUANTISTICA

Ciao, ascolto Mark Aughton che mi offre alcune interessanti considerazioni riguardo la fisica quantistica e la realtà che creiamo.

La fisica quantistica si occupa di indagare la realtà subatomica.

Che cos’è la realtà? Come funziona?

Nella realtà tutto può manifestarsi. I sogni ci insegnano che ci sono cose immaginate che riescono a convincerci di essere reali. E’ come se le avessimo vissute.

Quanto sono reali le cose che pensiamo e che immaginiamo?

Tutto è energia vibrante in differente frequenze e organizzato secondo pattern vibrazionali. L’energia può vibrare più o meno lentamente o più o meno velocemente.

Mi vengono in mente certe teorie atomistiche del V secolo a.C., come se determinate intuizioni possano non essere necessariamente vincolate ad un tempo contingente la realizzazione di qualcosa. Del resto i Leonardo da Vinci ed i Giulio Verne hanno saputo anticipare certe realizzazioni materialistiche nella loro immaginazione. Hanno …. immaginato.

Se gli elettroni sono più vicini alla realtà fisica, il mondo quantistico comprende una serie di infinite possibilità e probabilità. Quanto sono fisicamente reali le particelle? Da cosa dipende la loro realtà?

Il nostro cervello ha la capacità di mettere insieme informazioni. Lavora in un ambiente ricco di segnali elettrici e di chimica.

Noi abbiamo la capacità di percepire i fenomeni. Entanglement è il fatto per cui “lo stato quantico di ogni costituente il sistema dipende istantaneamente dallo stato degli altri costituenti”. Nulla quindi sarebbe indipendente dal sistema in cui agisce.

Se la mia mente percepisce le cose, i fenomeni in un modo specifico,

cosa sto facendo entrare nella mia realtà personale?

in che modo?

Pensare … osservare … gli elettroni sono sensibili al fatto di essere osservati. Rispondono in qualche modo all’osservazione.

Si dice che ciò che lasciamo passare attraverso la soglia della coscienza possa penetrare nell’inconscio e partecipare alla creazione di realtà particolari.

Impariamo qualcosa lasciano che il subconscio se ne impadronisca. Istruiamo il subconscio per rendere certe azioni automatiche: guidare l’auto, scrivere, suonare uno strumento …. Creiamo abitudini e diamo forma a convinzioni specifiche.

Osservo qualcosa ed essa appare. Smetto di osservarla e scompare.

Dove decidiamo di guardare nella nostra realtà? Cosa decidiamo di guardare? A cosa diamo importanza?

Cos’è una sedia? Un pattern di informazioni specifiche. La guardo … c’è. Smetto di guardarla … è altrove.

A cosa diamo importanza?

Cosa siamo noi?

La nostra mente è al di fuori del cervello. Il cervello è un organo fisico, come lo è il corpo. La nostra fisicità crede reale ciò che la mente forma. E’ l’esempio dei sogni. Sono immagini che riescono a diventare tridimensionalmente vere.

Il mondo è un sogno o è realtà? Cosa è reale?

Ciò che vedi è energia manifestata in differenti stati.

Noi quale potere abbiamo? Tu puoi controllare le tue percezioni. Tu sei l’osservatore. Sei anche creatore? Modellatore? Puoi manifestare? L’hai mai fatto? In che modo?

Tu crei ciò che sperimenti. Crei anche le cose che ti ostacolano. Crei anche i tuoi blocchi ed i tuoi impedimenti. Sono tue creazioni.

  • Tutto è energia
  • La mente esiste al di fuori del cervello
  • Tu sei l’osservatore
  • Il pensiero crea

La realtà è espressione di immagini, scelte, pensieri, convinzioni.

Creiamo una realtà desiderata o creiamo che cosa?

L’attenzione permette di decidere a cosa dare credito. A cosa stai dando credito in modo conscio? Ed in modo inconscio?

Perchè non riesco a creare la realtà che desidero?

Cosa desideri? Lo sai? Dall’inizio della tua esistenza stai manifestando. L’hai sempre fatto. Hai riempito di contenuti la tua esistenza manifestando cose, persone, eventi, situazioni.

Cosa vuoi manifestare adesso? Sei consapevole di cosa vuoi manifestare? Sei consapevole di cosa stai manifestando? E’ la mente che usa te o sei tu capace di usare la mente? Stai manifestando ciò che vuoi o ciò che non vuoi? Perchè lo stai facendo? In che modo lo fai?

Qual’è il lavoro di chi sa creare un destino desiderato?

  • Sognare
  • Eliminare i blocchi inconsci
  • Eliminare le credenze limitanti
  • Allinearsi con ciò che vuole sperimentare

Immagin – azione …. Immagini in azione

Saper far vivere ciò che si vuole esista è un’arte.

Come riuscirci?

Facendo in modo che ciò che usiamo attimo dopo attimo dopo attimo per manifestare la nostra realtà sappia cosa vogliamo veramente manifestare e gli dia forma, altrimenti continuerà ad utilizzare il materiale che gli diamo in modo più o meno inconscio.

Questo è un lavoro: un lavoro di purificazione e di pulizia energetica che farà di noi cre-attori consapevoli nell’universo.

Buon lavoro!!

Paolo Milanesi

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Content is protected !!