Attualità e società

LE LITANIE DEL POSSESSO

Ti possiedo

 

Come qualunque altra cosa

 

Faccio di te ciò che voglio

 

Ti pago

ti mantengo

 

Eccola qua

la tua busta paga

 

Ti licenzio

quando voglio

 

Sei magro, sei grasso

sei brutto, sei vecchio

 

Precario, finito

 

Stai zitto

lavora

 

Silenzio

Parla

Ridi

Pulisci

 

Segui il programma

 

Produci

Lavora

 

Sorridi

 

Silenzio

Parla

Pulisci

 

Educazione

Entusiasmo

Obbedienza

 

Fai quello

che io ti dico

 

Pedala

Sorridi

Produci

 

Ma non divertirti

 

Gioia esterna

facciata

 

Essa conta

 

Muori

Verme

Ignobile

 

Solo io

appartengo alla casta

 

Ti calpesto se voglio

 

Sei solo una cosa

in mio possesso

 

Ti pago

ti rendo

mio schiavo

 

Non contraddirmi

ti  prego

altrimenti

soffoco

 

Sarai mio

fino a che

avrò bisogno di te

 

Paolo Milanesi

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Content is protected !!