Attualità e società

ASPETTANDO LA DISUMANIZZAZIONE

Ciao,

mi vengono in mente tante cose che ho visto, che vedo e molte delle quali ho sentito parlare o narrare attraverso libri, documentari, film….

La mente funziona per associazioni, è creativa.

Odi una voce alterata che ti urla dietro e la associ in un istante magari alla voce paterna. Così reagisci istintivamente con rabbia. A prescindere dall’aspetto educativo perchè …. come si permette di urlare quel tizio?.

La mente è reattiva. Reagisce.

Oppure vedi una persona e non sai per quale motivo ti senti attratto.

La mente è magnetica. Attrae o respinge.

Tutto ciò che vale al positivo vale al negativo.

Puoi essere attratto o respinto da qualcuno o qualcosa.

Puoi apprezzare un certo cibo e odiarne un altro.

Puoi amare un cantante, apprezzare certa musica ed essere respinto da certi generi musicali.

C’è solo una cosa che non è toccata di vari aspetti:

il testimone

E il testimone, di qualunque cosa esso si tratti, non è indifferente alla verità.

In un processo il testimone è indispensabile per stabilire il colpevole. Se il testimone è imparziale, dirà ciò che ha visto con onestà, ed il colpevole sarà ingabbiato.

Ciò che è….è!!!

Io ho preso l’abitudine di respirare consapevolmente in certi momenti, semplicemente per il piacere della presenza, per il piacere di essere presente a ciò che vedo, che sento, che avverto, che percepisco.

E per me non esiste altra verità.

Ciò che è….è!!!

Certo, mi puoi dire “ma sai che esistono gli angeli, altri mondi paralleli….”. Se è una tua esperienza, mi fa piacere.

Esiste una mente nel terreno del transpersonale, esiste un inconscio collettivo, si può andare ovunque, visitare ogni dove, le Pleiadi, Marte, l’indefinito.

Io respiro e sono

O non sono, filosoficamente o buddisticamente parlando.

“Il tao di cui si può parlare non è l’eterno tao”, affermava Lao Tzu.

In questa società inondata di politica, di propaganda, di notizie quell’eterno, invisibile, onnipresente ed onnisciente mistero, sembra essere relegato ad un non senso. E’ diventato di troppo il mistero esistenziale.

Sembra che a governare il mondo siano leggi economiche, regole sociali, piuttosto che una vera religione, una consapevolezza inesorabilmente collegata alle leggi che sostengono l’universo e all’intelligenza misteriosa che ne è a capo.

Persino la natura è stata depredata.Sono solo gli interessi che contano. Sono solo gli scalpori e gli scandali a fare notizia.

La magia di una farfalla reale è falcidiata dal tatuaggio nell’interno cosce della valletta.

La bellezza del sesso nelle sue manifestazioni anche naturali è sostituita dalle seduzioni dei surrogati.

Nel mio giardino sono stanno fiorendo viole, margherite e fiorellini bellissimi e io me ne compiaccio. Do loro il benvenuto perchè mi regalano gratuitamente la loro presenza i loro colori.

Insieme ad essi cresce l’erbaccia. Io osservo. L’erba cresce troppo alta ed io devo intervenire. Vorrei preservare quei piccoli fiori innocenti ma non so se sarò in grado. Taglierò tutto.

Noi chi siamo per il mistero?

Questa società mi viene in mente nella sua evoluzione, dagli antichi imperi, quello babilonese, assiro, egizio….Imperi che hanno cavalcato la loro grandezza con le loro istituzioni, le loro leggi, le religioni, i credo, le superstizioni, le usanze.

Nel centro Italia un giorno un certo Romolo si dice fondò Roma, un villaggio destinato a grandi conquiste. Un impero sorgeva e si sviluppava fino al massimo splendore di Ottaviano. Già Cesare in nome di tale grandezza aveva sterminato popolazioni intere in Gallia, in Britannia. Crudeltà applicata in nome della civilizzazione.

Un tentativo di espandere la gloria di Roma, i suoi usi e costumi.

Chissà cosa spingeva certi popoli verso certe conquiste.

Certo i barbari sanno come vendicarsi.

L’animo umano può rivolgersi all’interno o all’esterno

L’interno è il territorio dei mistici. E’ un territorio non facile, inesplorato e popolato da demoni, pericoli e tesori di inesplicabile bellezza e gustoso sapore, come quello della beatitudine.

Esiste un’avventura all’interno di ciascuno di noi perchè noi portiamo con noi il nostro mistero che affonda nel dna, nella storia, nell’archeologia mistica e misterica. Noi siamo la vera religione.

Fuori invece c’è … il mondo.

Alessandro Magno, Giulio Cesare, Tamerlano, Hitler, miravano alla conquista del mondo intero….. se solo avessero potuto….

Ma tutti fallirono, o meglio si scontrarono con dei limiti. Limiti fisici che divennero anche psichici. Ricordate quando a Hitler tremava la mano? Oltre non si può fare, oltre non si può andare.

E adesso? Cosa sta accadendo in questa società?

C’è ancora qualcuno che vuole conquistare il mondo?

Ci sono coloro che accumulano ricchezze enormi facendo business a livello mondiale. Ci sono i colossi, ci sono i magnati e chissà chi dirige le sorti dell’economia e di tutto il resto.

Ricordiamo. Se dopo la conquista delle Americhe il mondo ha cominciato a svelarsi in una geografia nuova, se gradualmente siamo arrivati ad una consapevolezza geografica notevole lo dobbiamo in parte ad iniziative di esploratori, innovatori, coraggiosi pionieri.

In tutti gli ambiti ricordiamo personaggi di questo calibro: i Cristoforo Colombo, i Curie, gli Edison, i Leonardo da Vinci, i Giulio Verne, gli Einstein …

Erano visionari.

Il mondo segue un percorso temporale che noi percepiamo in modo lineare andare da un passato che affonda in origini alquanto lontane, fino ad un futuro che ci porta verso dimensioni, soluzioni che possiamo solamente ipotizzare.

Io …. respiro

Sono qui nella mia stanza e respiro.

Provo una certa felicità. La felicità dei pensieri che scorrono e si imprimono sul foglio, come nuvole. Ho cucinato da poco delle verdure di campo e ne sento l’odore, capace di provocarmi un certo languore. Posso inalare questo aroma e riempirmi i polmoni di aria.

L’aria, questo tesoro immenso, ciò che ci permette di sopravvivere su questo pianeta. Posso respirare in casa mia liberamente. Fuori c’è il rischio di passare per matto. Ci vuole la mascherina perchè da una anno a questa parte siamo minacciati. Così dicono.

Tutto sta cambiando. Aveva ragione Eraclito, tutto cambia, fluisce, muta, si trasforma.

Energeticamente parlando milioni di cellule vivono in noi ed in un modo miracoloso compiono magie inaudite. In noi vivono virus, batteri. Siamo ciascuno di noi un mondo popolato di esseri intelligenti, invisibili.

Poi ci sono i pensieri, le emozioni, la psiche, poi chissà cosa.

Ognuno di noi è un miracolo

E siamo immersi nella verità, come i pesci nell’oceano.

Siamo sempre immersi in un mare di consapevolezza.

Ma siamo inconsapevoli

Cosa significa?

Significa che finiamo per credere all’accidentale.

Diamo ragione ad un’emozione, ad una convinzione, ad una notizia, ai tg, alle propagande…

Ci identifichiamo, e mettiamo etichette su questo e quello, crediamo a questo e a quello.

Intanto tutto va verso qualcosa di diverso, di innovativo per certi versi.

La tecnologia non va verso la lampada ad olio, la medicina non va verso le sanguisughe, gli armamenti non vanno purtroppo verso il semplice pugnale.

Tutto evolve, se di evoluzione vogliamo parlare.

Se l’inquinamento distrugge il pianeta c’è da fermarsi un attimo.

Se milioni di bambini muoiono di fame mentre pochi eletti accumulano trilioni di denaro contante, c’è da fermarsi un attimo.

Se le armi sono a riconoscimento facciale, c’è da fermarsi un attimo.

Il tempo di mettere a posto alcune cose.

Se guardate alla storia, potete vedere come la propaganda abbia sempre abilmente fatto l’interesse di quei pochi che muovevano i fili delle marionette distribuite abilmente nelle istituzioni

L’inquisizione propagandava il pericolo della stregoneria e si occupava di eliminare nei modi più crudeli coloro che venivano definite streghe. Era crudeltà applicata.

Il nazismo propagandava il pericolo degli ebrei e dei comunisti e sappiamo cosa abbia messo in gioco nella sua tragica repressione. Era crudeltà applicata.

Dal momento che i soldati killer poverini erano stressati dagli stermini di massa, dal dover uccidere troppe persone in un giorno, adottarono le soluzioni che abbiamo visto testimoniare nei vari Auschwitz.

Certo Hitler, una persona a dir dei suoi veramente noiosissima, non era lì per caso. Era stato finanziato. Non di certo da chi non aveva capitale. Probabilmente era lì per motivi ancora ambigui per noi mortali e comuni esseri umani. Noi non sappiamo.

La propaganda nel genocidio in Ruanda tramite una radio invitava ad “uccidere gli scarafaggi tutsi”. 500mila persone uccise in una decina di giorni con machete arrivati dalla Cina.

Sapete chi era implicato in questo genocidio?

Non voglio togliervi il piacere di andarlo a cercare.

Poi vari Pol Pot (Cambogia), Mao, Stalin, perchè sapete, non è che è solo la destra a fare marachelle.

E crudeltà applicata quella di creare un nemico e sterminarlo per ……A quale scopo?

In Cambogia e non solo gli intellettuali furono presi di mira perchè ritenuti pericolosi.

C’è una sorta di senso di inferiorità a parer mio che porta certa gente a voler essere adorata. Il culto della personalità infatti è molto diffuso negli esempi citati.

Dall’antica Roma troviamo personaggi adorati dal popolo.

E se nell’antica Roma esisteva una sorta di morale per cui chi falliva, forse per onore, si suicidava o si faceva togliere la vita da un servo (Marco Antonio, Nerone) c’è anche chi dopo aver combinato di tutto e di più è riuscito a morire serenamente nel letto magari tra gli onori.

Vedete, la storia è testimone ma non basta un semplice libro. Ogni evento è un rimando a decine centinaia di eventi sincronici.

C’è chi si diletta a ricostruire narrativamente e storicamente pezzi del mosaico. L’inizio della prima guerra mondiale, l’avvento del nazismo, la guerra nell’ex Jugoslavia, il crollo del muro di Berlino….Sono eventi significativi ma molto molto complessi.

Sono tante le dinamiche in gioco:

  • interessi economici
  • interessi politici
  • credenze etnico-religiose
  • motivazioni specifiche
  • decisioni particolari
  • registi nell’ombra

Noi crediamo di sapere enciclopedicamente tante cose ma dobbiamo arrenderci. Non possiamo sapere tutto, molte dinamiche rimangono occulte. Molte cose dietro le statistiche la propaganda, i dati mostrati, rimangono misteriosi.

Perchè dico questo?

Perchè io so a malapena curare il mio giardino, conosco a malapena cosa ho nel frigorifero per stasera, posso pretendere di conoscere la verità su ciò su cui non ho il benchè minimo controllo?

Oggi sento di tutto. Vedo una propaganda incessante che mi vuole convincere che esiste un virus pericolosissimo, potenzialmente mortale. Io cosa posso fare? A chi devo credere?

Personalmente indago, uso un pensiero critico e cerco di ascoltare il più possibile scienziati qualificati. Oltre la solita propaganda.

Perchè, come dicevo prima, adesso la geopolitica mondiale è ben più ampia. Adesso abbiamo davanti quotidianamente il mondo, ma lo abbiamo davanti attraverso la testimonianza di media filtrati da chi li paga e li gestisce.

Se un tempo il nazismo riuscì ad imporsi tramite inganni vari, tramite una propaganda accuratissima, promettendo benessere, regalando crociere alle famiglie, se furono accettate leggi razziali, adesso cosa può ancora accadere?

Voi pensate che il mondo sia migliorato?

Credete che le menti diaboliche che un tempo riuscivano ad orchestrare messe in scena come l’inquisizione o certi regimi siano finite?

Gesù predicava l’amore e fu condannato dal popolo medesimo. Perchè Pilato, cos’altro poteva fare se non sciacquarsi le mani? Cosa aveva fatto di male Gesù più che guarire le persone?

Eppure personaggi come Gesù, Socrate, Osho sono stati molto scomodi perchè hanno testimoniato e difeso la verità, pura e semplice.

E la verità dice semplicemente …”ciò che è …..è”

Il mistico non ha bisogni di paroloni per convincere alcuno. Il mistico parla con la presenza.

  • Cosa dobbiamo aspettarci adesso?
  • In cosa dobbiamo credere?
  • Chi può veramente salvare il pianeta?
  • Quali intelligenze? Quali poteri?

Io fiducia in ciò che abita in me.

Ho fiducia in quella voce sottile che mi guida, mi accompagna.

Mi dispiace deluderti, io non ho fiducia nella propaganda alla quale assisto. E’ troppo manipolata. ma la mia coscienza un pò di lavoro di pulizia l’ha fatto. Non è più come Pinocchio.

Poichè le persone sono abituate a volere una guida, si accontentano di quelle che hanno. Forse una guida vale l’altra. Forse no. Dipende.

Fino quando l’elite dei cervelloni alla guida del pianeta manca di etica, non ci sono grandi speranze. Se gli interessi dei rettiliani sono sempre legati esclusivamente quelli di accumulare, di esercitare potere, di assumere sempre più controllo della plebe, non ci sono grandi speranze. Non si persegue un bene comune.

La mia speranza risiede in un’etica mondiale che può prendere il sopravvento in ogni ambito: scientifico, religioso, politico, economico

Quest’etica deve arrivare da persone in carne ed ossa in grado di convogliare la saggezza nelle istituzioni, in grado di convertire i demoni. Esorcisti del potere.

Fosse per me intanto certa gente la manderei via a calci in …. scusate… mi stavo facendo prendere da un’emozione … sapete sono ancora umano … ancora per un po’ …. dopo il 5 G, il vaccino, il microchip……non so cosa potrò diventare….. forse …. BATMAN!!!

Auguri!!!!!

Un abbraccio,

Paolo Milanesi

 

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.