OSHO

Osho – Consapevolezza dell’errore

Se un uomo ha commesso un errore, ne prende consapevolezza, cambia se stesso e pratica la bonta’.”

Dal Sutra in 42 capitoli di Gautama il Buddha

Dal momento che qualcosa ti rende inconsapevole, ti porta a comportarti in modo automatico, a reagire, devi diventare più consapevole.

Qualcuno schiaccia un pulsante e tu… reagisci. Come accade nell’accendere un ventilatore o una luce.

Questa e’ inconsapevolezza.

Il padre di Gurdjieff in punto di morte gli consiglio’

Se sei in collera aspetta 24 ore. Se qualcuno ti insulta digli che tornerai dopo 24 ore”.

Gurdjieff aveva solo 9 anni, non poteva capire poi realizzo’.

Dopo 24 ore non è più necessario essere in collera.

Colui che comincia a prendere coscienza dei propri errori, dei propri automatismi, puo’ usare quei momenti per accendere una fiamma che potrebbe diventare perenne.

Sara’ possibile creare un nuovo percorso per quell’energia. Allora l’energia usata per la collera potrà diventare compassione.

Trova il tuo difetto principale e crea nuovi percorsi nel tuo essere.

IRA – COMPASSIONE

AVIDITA’ – CONDIVISIONE

Fallo senza esserne ossessionato.

Prendi atto e fai qualcosa che cambi il tuo modello energetico.

Ecco io che Buddha intende con

Praticare la bontà” 

Da “The discipline of transcendence”

Trovi qui i libri di Osho

Giardino dei libri home page